Tre settimane alle Seychelles

Le Seychelles sono considerate una meta piuttosto esclusiva, dalle spiagge bellissime e dai resort molto cari. In realtà è possibile visitarle in maniera autonoma, sfruttando le numerose guest house e spostandosi con mezzi pubblici o auto a noleggio. In questo modo abbiamo passato alle Seychelles tre settimane, conoscendo un po’ il paese e facendoci un’idea di cosa è veramente speciale e cosa invece non lo è.

Galleria fotografica

Introduzione

Periodo: 9-30 maggio 2014
Spesa per persona: 2.370 € circa
Voli: Emirates
Traghetti: Cat Cocos
Noleggio auto: Pirate cars
Assicurazione: Viaggi Sicuri, assicurazione argento
Parcheggio auto a Malpensa: GP Parking
Guida: Seychelles della Lonely Planet (5° edizione italiana, marzo 2011)

Mahe - Beau VallonMahe - Carana BeachMahe - Anse Aux Pins

Cosa abbiamo prenotato da casa

  • Tutti i pernottamenti
  • Gli spostamenti con i traghetti
  • L’assicurazione viaggio
  • Il parcheggio auto a Malpensa
  • Il volo aereo

Dove abbiamo soggiornato

Mahé dal 10 al 15 maggio: The Drake Seaside

  • 75 euro l’appartamento per due persone, con colazione solo per il primo giorno
  • l’appartamento è molto bello e completo, a 15 minuti a piedi dalla spiaggia di Beau Vallon
  • l’autobus ferma davanti alla guest house
  • la famiglia è molto ospitale (Danielle è molto gentile e disponibile)
  • prenotato via email (deposito richiesto con bonifico), pagato in loco in contanti la parte residua

Praslin dal 15 al 21 maggio: Villa Bananier

  • 85 euro la camera doppia, con colazione
  • la posizione è molto buona, a pochi minuti a piedi dalla spiaggia di Anse Volbert (Cote d’Or) e a pochi minuti dalla fermata dell’autobus
  • vicino all’hotel si trovano ristoranti e mini market
  • è possibile sfruttare la cucina dell’hotel per prepararsi la cena
  • il personale ha il tipico atteggiamento svogliato
  • al nostro arrivo non sono venuti a prenderci al porto, come invece ci era stato promesso
  • possibilità di cenare presso la villa con 20 euro a persona
  • prenotato via email (deposito non richiesto), pagato in loco in contanti

La Digue dal 21 al 27 maggio: La Passe Guest House

  • 65 euro la camera doppia, con colazione
  • il personale è molto gentile (Marie Anne ed il figlio Mervin)
  • i ristoranti ed i mini market di La Passe sono facilmente raggiungibile a piedi
  • la stanza 1 dove abbiamo soggiornato è un po’ piccola ed il letto è terribile (molle che bucano la schiena…)
  • possibilità di cenare presso la guest house con 15 euro a persona
  • prenotato via email (deposito non richiesto), pagato in loco in contanti

Mahé dal 27 al 30 maggio: Jamelah Apartments & Guesthouse

  • 65 euro la camera doppia, con colazione
  • la posizione dell’hotel richiede di avere un’auto a noleggio per muoversi in libertà
  • a pochi minuti a piedi si trovano un paio di mini market
  • la fermata dell’autobus è davanti all’hotel
  • la proprietaria è molto gentile e disponibile
  • prenotato via Booking, pagato in loco con carta di credito

Praslin - Escursione Curieuse Island e St PierrePraslin - Anse VolbertPraslin - Escursione Curieuse Island e St Pierre

Come ci siamo spostati e cosa abbiamo visto

  • Nella prima parte della vacanza a Mahé, nella zona di Beau Vallon, abbiamo soggiornato presso The Drake Seaside. Avevamo a 15 minuti a piedi la spiaggia di Beau Vallon; inoltre con l’autobus abbiamo raggiunto Carana Beach, la partenza del sentiero per Anse Major (da dove parte il sentiero che in 45 minuti raggiunge la spiaggia, meglio usare le scarpe da ginnastica!), Victoria e la Fabbrica del Te. Curioso trovare i poliziotti in spiaggia (sempre meglio andare al mare con i soldi contati e tenere d’occhio il proprio zainetto quando si fa il bagno…).Al mercoledì sera a Beau Vallon ci sono delle bancarelle con cibo tipico, assolutamente da provare!
  • A Praslin abbiamo sempre usato l’autobus ed abbiamo visitato Anse Lazio, Anse Takamaka, Anse Bouden, Anse Volbert (spiaggia Cote d’Or), Grand Anse (purtroppo piena di alghe…), Anse La Blague.
  • A La Digue ci siamo spostati a piedi ed in bicicletta ed abbiamo visitato Anse Banane, Anse Severe, Anse Source d’Argent, Grand Anse, Petit Anse e Snack Bellevue.
  • Nell’ultima parte della vacanza a Mahé, nella zona di Anse Aux Pins, abbiamo soggiornato presso Jamelah Apartments & Guesthouse, dove però l’auto è indispensabile per muoversi in autonomia. Abbiamo visitato Anse Takamaka, Anse Soleil, Anse Royale (piena di alghe), Eden Island. Purtroppo gli ultimi 2 giorni ha piovuto e quindi abbiamo visitato poco.

Quanto abbiamo speso

  • Volo aereo: 862 euro a persona
  • Pernottamenti: da 65 a 85 euro la camera doppia con colazione
  • Noleggio auto: si trovano da 35 euro in su, per l’assicurazione CDW aggiungere 10 euro al giorno
  • Cena: da 12 euro solo il pesce grigliato, da 2 euro una birra oppure una coca
  • Escursioni: a Curieuse Island e St. Pierre abbiamo pagato 95 euro in due a cui bisogna aggiungere la tassa di accesso alle isole visitate (200 rupie/15 euro a persona)
  • Parcheggio auto coperto a Malpensa: 90 euro per 3 settimane

Praslin - Anse LazioLa Digue - Grand AnseLa Digue - Bellevue Cafeteria

Come risparmiare qualcosa

  • Prenotare self catering guest house, per poter sfruttare la cucina in dotazione
  • Usare mezzi pubblici, il biglietto costa 5 rupie (30 cent. di euro)
  • Comprare bottiglione da 5 litri d’acqua per ricaricare bottiglie più piccole
  • Cenare con un pesce grigliato in due persone (pesce pappagallo, cernia), ad esempio il pesce grigliato del Tarosa di La Digue è perfetto
  • Prenotare escursione su Curieuse Island e St. Pierre con barbeque direttamente sulla spiaggia di Anse Volbert a Praslin (valutare la persona con cui si prenota l’escursione chiedendo la licenza)

Cosa ci è piaciuto

I paesaggi, le spiagge, il mare caldo e ricco di pesci, il cibo creolo (soprattutto il pesce grigliato!), i takeaway, i succhi di frutta a bordo strada, i tramonti, i pipistrelli.

Cosa non ci è piaciuto

I moscerini in spiaggia (sandfly), le piogge frequenti, la sabbia spesso umida, essere considerati dei Bancomat, prezzi piuttosto cari, l’atteggiamento annoiato e svogliato della gente del luogo.

La Digue - Anse Source d'ArgentLa Digue - Grand AnsePraslin - Anse Lazio

Ci torneremmo?

I posti sono senza dubbio molto belli: la natura è spettacolare come lo sono spiagge e mare. Considerando i costi per arrivarci e per soggiornarvi… no, non ci torneremmo: molto probabilmente per la prossima vacanza di mare andremmo nuovamente nelle Cicladi o a Creta, dove il mare è bello, la gente è piacevole e l’atmosfera è unica.