Marca da bollo per passaporto per gli Stati Uniti

Per andare negli Stati Uniti è necessario avere il passaporto in corso di validità. La data di scadenza del passaporto deve essere successiva alla data di rientro. Viaggiando per turismo non serve il visto ma è possibile usufruire del programma “Visa Waiver Program” (Viaggio senza visto). Per maggiori informazioni consultare sempre gli ultimi aggiornamenti sul sito della Polizia di Stato.

La marca da bollo (tassa annuale) non è richiesta per l’espatrio verso i Paesi dell’Unione Europea. E’ quindi necessaria se si viaggia direttamente verso gli Stati Uniti.

Se però si viaggia verso gli Stati Uniti facendo scalo in un Paese dell’Unione Europea è possibile non applicare la marca da bollo. Come? Ecco un esempio.
Se il mio volo è Milano Malpensa – Londra – Los Angeles mi verranno consegnati 2 biglietti aerei e la prima tratta sarà verso un Paese dell’Unione Europea (Regno Unito). Al controllo documenti in Italia esiberò il biglietto per Londra e la mia carta di identità (che deve essere in corso di validità, attenzione alla scadenza!). All’arrivo a Londra esibirò il passaporto ed il biglietto per la seconda tratta verso Los Angeles. Anche all’arrivo a Los Angeles userò il passaporto.
Riepilogando, a Londra e a Los Angeles non importa se la marca da bollo è applicata (è una tassa italiana) ma è necessario che il passaporto sia valido, quindi attenzione alla scadenza!

Se invece il volo è Milano Malpensa – New York – Los Angeles dovrò applicare la marca da bollo in quanto la prima tratta è verso un paese che non fa parte dell’Unione Europea.