Weekend alle terme di Pré-Saint-Didier e a Courmayeur

Decidiamo di provare le terme di Pré-Saint-Didier e ne approfittiamo per passare un weekend in montagna.
Da casa prenotiamo l’hotel che ci hanno consigliato i miei genitori: Hotel Petit Meuble a Courmayeur a 80 € la doppia con colazione. La proprietaria è molto gentile e si offre di prenotarci l’ingresso alle terme per le 10.30 di venerdi 20 novembre. Per conto nostro invece prenotiamo 25 minuti di massaggio anti-stress per me e per mia moglie. Così venerdi ci presentiamo alla reception e scopriamo che la prenotazione fatta dall’hotel convenzionato permette di risparmiare 4 euro sul prezzo di ingresso (32 euro invece di 36). Paghiamo il totale di 32×2 + 30×2 dei massaggi e poi ci cambiamo. Subito ci buttiamo nell’acqua calda e dopo qualche minuto di idromassaggio usciamo nella vasca esterna. Splendido, una sensazione particolare, in acqua si sta bene ma la faccia fuori dall’acqua è bella fresca! Anche fuori ci dedichiamo qualche minuto di idromassaggio con vista sul Monte Bianco e il Dente del Gigante! Torniamo all’interno e inizia la scoperta: cascata di acqua calda, bagni turchi, saune tutto in un ambiente piacevole e rilassante. La gente inizia ad essere numerosa, ma non fastidiosa… non oso immaginare che casino ci sia nel weekend!
A pranzo è a disposizione un buffet, sempre aperto, che non eccelle in alimenti calorici… (frutta, yogurt, succhi, grissini… l’unica cosa con un po’ di cioccolato sono i grissini e i baci di dama!). E’ buffo vedere tutta sta gente in accappatoio bianco che vaga…
Alle 14 facciamo la nostra seduta di massaggi e poi andiamo nelle stanze del relax a fare un pisolino sul letto ad acqua calda. Riprendiamo poi con ancora un giro nella sauna, nel bagno turco e così via fino alle 17.30, ora in cui usciamo e andiamo in hotel. Lo troviamo facilmente, sistemiamo il piccolo bagaglio e andiamo a fare un giro in centro. Come ha detto la proprietaria dell’hotel a Courmayeur in questo periodo non c’è un’anima… ed è proprio così! Ceniamo facendo un lungo aperitivo al Caffè della Posta e poi alle 21 siamo già in camera, bolliti dalla giornata.
Sabato, dopo una bella colazione, prendiamo l’auto e raggiungiamo Planpincieux, dove a piedi partiamo per salire al Rifugio Bertone. La passeggiata è piacevole e siamo pure fortunati, ci sono un po’ di nuvole ma il Monte Bianco rimane sempre in vista e il sole riesce pure a scaldarci quando ci mangiamo il panino.

Bel weekend, ci andava proprio una pausa!