Venezia

Carnevale a Venezia

Venezia - Rialto
Periodo: 20 – 22 febbraio 2009
Mezzo di trasporto: treno
Spesa per persona: 240 € circa
Guida: Venezia (Casa Editrice Bonechi)

Introduzione

Siamo curiosi, andiamo a vedere il Carnevale a Venezia!

Diario

22 febbraio – In treno da Biella a Venezia

VeneziaSveglia alle 5.00, prendiamo il treno delle 5.55 per Novara. Poi li cambiamo e prendiamo il treno per Venezia, che arriva alle 10.40. Appena usciti dalla stazione S. Lucia l’impatto è emozionante: sei già dentro Venezia, il Canal Grande è li di fronte. Prendiamo un vaporetto per andare all’Hotel San Maurizio, dove abbiamo prenotato una doppia con bagno condiviso a 95€ a notte. La colazione è extra e costa 5€, ma conviene rispetto a farla fuori, dove un cappuccino da solo costa 3€! L’hotel è carino e si trova in una posizione molto comoda. A piedi raggiungiamo Piazza San Marco dove è in corso una della selezioni per la maschera più bella. Che spettacolo! Vaghiamo così nei dintorni (e ci perdiamo… forse era meglio spendere qualche soldo in più per una guida migliore…) per prendere un po’ di confidenza con la città. Riusciamo anche a vedere una parte del romantico spettacolo dei Baladeux. Nel tardo pomeriggio riposino in camera e poi ci dirigiamo verso il ponte di Rialto. Sulla strada ci fermiamo a cenare alla Trattoria Pizzeria Bora Bora, dove, così recita il biglietto da visita, si mangia la pizza e ci si innamora. Mangiamo bene e i gestori sono pure simpatici (caratteristica comune dei veneziani con cui abbiamo avuto a che fare). Ci dirigiamo quindi al ponte di Rialto, bello ma forse più spettacolare di giorno. Al ritorno facciamo un salvo in Piazza San Marco dove stanno sfilando le drag queen. Torniamo quindi in camera e ci buttiamo nel letto. Nella piazzetta di fianco stanno suonando i Funkazzisti, che non sono neanche male, solo che noi siamo bolliti…

23 febbraio – Venezia

Venezia - HeliosphereCi svegliamo e fuori dalla nostra porta il buon profumo della colazione ci stuzzica il naso. Dopo una colazione discreta usciamo e veniamo travolti dalla folla. E’ sabato e c’è tantissima gente in giro. Anche oggi vaghiamo per le calle andando a vedere il “Carnevale al buio”, emozionante percorso completamente al buio guidato da un ragazzo cieco. Che strane sensazioni poter utilizzare solo il tatto e l’olfatto per capire cosa c’è attorno. Arriviamo in Piazza San Marco e la folla è veramente eccessiva. A fatica la attraversiamo per andare a fare un riposino in hotel. A cena andiamo dove ci hanno consigliato i ragazzi dell’hotel: alla Taverna San Trovaso. Si mangia veramente bene (infatti aspettiamo anche un po’ prima che ci venga assegnato un tavolo). Dopo cena ancora un giro a Piazza San Marco dove ormai il best of è finito, riusciamo a vedere ancora lo spettacolo Heliosphere.

24 febbraio – Venezia e ritorno a Biella

Anche oggi la folla è tanta, Piazza San Marco è gremita, ma alle 10.00 riusciamo a salire sulla torre campanaria senza fare troppa coda. La vista dalla cima è magnifica, fa solo un freddo tremendo. Girovaghiamo quindi per le calle, raggiungiamo Rialto per poi tornare in hotel a prendere lo zaino passando dal ponte dell’Accademia. Prima di partire prendiamo una maschera da appendere in camera. Tra tante che ne abbiamo viste abbiamo scelto quelle che per noi erano le più belle, e cioè quelle create artigianalmente da Vincenzo Manzini. Alle 16.20 siamo sul treno e alle 20.55 siamo arrivati in orario a casa.

Il Canal Grande Il Canal Grande

Conclusione

Il Carnevale di Venezia è veramente bello, molto vivo, quasi in ogni piazza c’è qualcuno che fa spettacolo, che suona, che intrattiene il pubblico. Le maschere sono splendide e vale veramente passarci un bel weekend lungo.

Maschere a Venezia Maschere a Venezia

Link utili

Carnevale di Venezia

Tagged with 
  • Un saluto dai Funkazzisti !

    Felici che ti sia piaciuta la nostra musica 🙂

    buoni viaggi